Chi ancora non ha raggiunto la conoscenza di Dio nell’amore, ha alta stima di ciò che egli compie di gradito a Dio. L’uomo che ha raggiunto la conoscenza nell’amore ripete nel cuore le parole del patriarca Abramo, quando gli apparve Dio: “Io sono polvere e cenere” (Gen. 18, 27).

(San Massimo il Confessore – Quattro centurie sull’amore – Filocalìa)

Io sono polvere e cenere ultima modifica: 2016-08-19T09:41:36+00:00 da Alberto Nicelli (Modesto)