La Quaresima, come osserva Doroteo di Gaza , simboleggia pure una “decima” del tempo nella vita dei fedeli. Le sette settimane di questo periodo, ad esclusione dei sabati e delle domeniche, formano un lasso di tempo dedicato al digiuno che corrisponde alla decima parte dei giorni dell’anno.
Così, mentre i figli d’Israele offrivano a Dio la decima parte dei loro prodotti per ottenere la benedizione di tutte le loro imprese, i cristiani offrono la decima parte del loro tempo per ottenere la benedizione delle loro imprese e la misericordia di Dio per tutto l’anno.
Tratto da:  Il tempo liturgico –  di  Georghios Mantzaridis (in “Il tempo di Dio”, Asterios Editore)  

La “decima” del tempo ultima modifica: 2017-03-26T20:38:26+00:00 da Alberto Nicelli (Modesto)