L’amore per Dio non è un qualsiasi impulso che sorge in modo inconsapevole e indistinto, né può essere mosso in un uomo dalla sola conoscenza delle Scritture, né uno può amare Dio sforzandosi. […] Neppure per una regola o un comandamento che imponga l’amore è possibile amare Dio; perché dalla regola viene il timore, non l’amore. Infatti, finché uno non riceve lo Spirito delle rivelazioni e l’anima non sia unita a quella Sapienza che è al di sopra del mondo e uno non senta in se stesso le magnificenze relative a Dio, costui non sarà in grado di avvicinarsi a questo gusto glorioso.

(S. Isacco di Ninive)

L’amore per Dio ultima modifica: 2016-08-07T09:55:50+00:00 da Alberto Nicelli (Modesto)