Pentimento

Esiste anche un peccatore falso, che dipinge se stesso come un grande peccatore e racconta in giro i suoi innumerevoli peccati, ma dentro di sé non li percepisce come reali ed essi non provocano in lui nessun tormento, né rimorso di coscienza. Per una persona simile non c’è pentimento, neanche se compisse migliaia di opere e recitasse migliaia di preghiere ogni giorno: Cristo infatti è un medico accorto che sa discernere il vero paziente da uno che pretende di esserlo.

Matta El Meskin (1919-2006), igumeno del monastero di S. Macario il Grande.

“Questa vita ti è stata data per il pentimento, non sprecarla perseguendo scopi vani.”

(S. Isacco di Ninive)

Non giudicare il prossimo: ti è noto il suo peccato ma non il suo pentimento.

Doroteo di Gaza