Verità

(…) In eterno, Signore, la tua parola permane nel cielo. Di generazione in generazione la tua verità; hai fondato la terra ed essa permane. Per tuo comando permane il giorno, perché l’universo è tuo servo. Se la tua legge non fosse la mia meditazione, allora, nella mia umiliazione, sarei perduto. Non dimenticherò in eterno i tuoi decreti, perché per essi mi hai fatto vivere. (…)

Salmo 118

La verità manifestata è amore. L’amore realizzato è bellezza. Il mio stesso amore è azione di Dio in me, e mia in Dio.

Pavel Aleksandrovič Florenskij (1882 – 1937) – La colonna e il fondamento della verità.

La verità non è pensiero, ne parola, ne relazione di cose, ne legge. La verità è una Personalità. Questo Essere che penetra in tutti gli esseri e dona vita a tutto. Se cerchi la verità con amore e per amore Essa ti aprirà la luce del Suo volto tanto quanto tu riesci a sopportare senza bruciarti.
Nikolaj Velimirović

Come si può oggi affermare che c’è salvezza in coloro che non sono di Cristo? Con quale determinazione si afferma che basta credere ad un Dio e che nelle altre religioni, o nei presunti “dei o profeti” della loro fede, ci siano “semi” di verità? Questa è la fede dell’Anticristo, il quale genera e inculca disinformazione e confusione in chi non si è mai voluto inoltrare nella conoscenza del proprio Credo; di chi è andato avanti fino ad oggi pigramente, cosí per come gli è stato insegnato da piccolo, portandolo definitivamente e subdolamente dietro un falso buonismo, fino alla perdizione eterna. Non è importante per quanti seguono questo pensiero, capire se stanno percorrendo una via corretta; l’importante è far parte di un qualcosa o essere parte di un qualcosa, che in molti condividono e li appaghi sensibilmente, il resto non conta.

Solitamente questa categoria di “cristiani” quando giustifica il buddista nato in Tibet per la sua fede, dice espressamente le seguenti parole: “ma se tu fossi nato in Tibet, non saresti buddista?”. A questa domanda provocatoria ho sempre risposto di essere nato in Italia e Cattolico Romano, di rigida osservanza ma per questo, non riconoscendo in quella Chiesa di oggi, “la Verità di Fede tutta intera”, che erroneamente credevo fosse, ho voluto conoscere se ci fosse realmente ancora oggi chi osservasse pienamente la Fede dei primi Padri della Chiesa e quindi della Roma prima dello Scisma dell’anno 1054, trovando ciò solo nella Santa Chiesa Cattolica Ortodossa. Ho voluto seguire il Vero Cristo, nella Vera Fede, nella Vera Chiesa, che ancora oggi professa santamente tutto quanto ci è stato tramandato dagli Apostoli e Discepoli del Signore.

(Padre Ambrogio, sacerdote ortodosso)

Per la memoria non ci sono confini, per l’amore non ci sono distanze, per il gesto eroico non c’e’ momento sbagliato ed in tutte le epoche è possibile preferire la Verità.

Raphael Karelin